Orientamento del linguaggio di squadra: interno o esterno al gruppo?

Orientamento del linguaggio di squadra

L’osservazione del comportamento di squadra in allenamento ed in partita costituisce valida occasione per l’interpretazione di alcuni segnali tipici della cultura del gruppo.

Elementi capaci di offrire spunti di riflessione circa  la funzionalità dell’orientamento motivazionale collettivo.

Quando la comunicazione tra i ragazzi è infatti improntata alla ricerca di soluzioni o al supporto reciproco durante la partita, è possibile individuarvi tracce incoraggianti di una cultura interna supportiva.

Laddove invece gli scambi comunicativi siano rivolti a variabili esterne (arbitro, avversari, proteste etc) traspare quella che Julio Velasco definisce la “cultura dell’alibi“.

Alcuni esempi pratici: se la comunicazione gruppale è rivolta a..

  • Chiamare l’uomo
  • Chiamare il passaggio
  • Offrire soluzioni
  • Incoraggiare il compagno
  • Stimolare la reazione di squadra
  • Individuare soluzioni tattiche a problemi di gioco
  • Negoziare posizioni o accorgimenti per fronteggiare l’avversario,

..possiamo individuare nella squadra un buon orientamento al compito, che stimola l’attenzione alla performance.

Quando invece la comunicazione è orientata a..

  • Protestare contro l’Arbitro
  • Offendere o provocare l’avversario
  • Lamentarsi
  • Dialogare con il Pubblico
  • Richiedere interventi o sanzioni contro l’avversario
  • Simulare,

..risulta invece plausibile dedurre che la squadra tenda a percepire la performance come dipendente in via prevalente da elementi esterni o situazionali, fuori dal proprio controllo diretto.

Se nel primo caso la squadra mostra cioè segnali di locus of control interni (autodeterminazione), nel secondo possiamo dedurre potenziale presenza di un locus of control esterno (eterodeterminazione).

Tendenzialmente la prima tipologia di cultura interna favorisce performance e atteggiamenti proattivi.

La seconda segnala invece tratti reattivi, in cui il comportamento si adatta in via prevalente su stimoli e variabili esterne al proprio controllo.

Dal punto di vista psicologico, ritengo che la “forma” del linguaggio possa rappresentare indicatore di una “sostanza” capace di fotografare caratteristiche del collettivo importanti nel determinare i livelli prestativi collettivi e la personalità della squadra. Dati utili per eventuali interventi correttivi.

Dott. Fabio Ciuffini,
Psicologo dello Sport

www.psicologodellosport-toscana.it

 

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BENVENUTI SU CALCIOSCOUTING

Analisi psicotecnica del Potenziale

Preparazione Mentale per Atleti

Mental Training per Calciatori

La nostra Pagina Facebook

Modulo di Contatto

Marzo: 2017
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Archivi

Partnership

Invalid slider id. Master Slider ID must be a valid number.