Le competenze dell’allenatore: l’accoglienza di una bambina in una squadra maschile

Le competenze dell’allenatore: l’accoglienza di una bambina in una squadra maschile.

Sappiamo quanto il calcio sia caratterizzato dalla fortissima, per non dire quasi esclusiva, presenza maschile sui campi di gioco.
Tuttavia, la passione femminile nei confronti di questo sport è indubbiamente crescente e costituisce un fattore che può indurre ad utili riflessioni per quanto concerne le competenze sociali che un allenatore di una scuola calcio deve possedere per facilitare l’accoglienza di una bambina all’interno del gruppo.

La scarsa presenza di scuole calcio femminili, determina infatti che in Italia sia frequente visionare partite di calcio giovanile in cui nelle squadre maschili compare una giovane calciatrice, verso la quale è necessario creare delle condizioni ottimali di integrazione. Al di là dei molti luoghi comuni che aleggiano attorno a questa possibilità, va detto che il lavoro dell’allenatore è molto delicato e, probabilmente, la sua funzione educativa assume il maggior valore e peso in questi casi.

Ma cosa significa accogliere una bambina in una squadra maschile?

Innanzitutto è opportuno tener presente la centralità del fattore motivazionale, che è spesso molto più strutturato nelle femmine rispetto ai maschi. Lontane infatti da qualunque pressione o fascinazione mediatica, le bambine giocano a calcio con un’enorme passione che le porta ad amare questo sport per quello che è nel “qui ed ora” del gioco, piuttosto che nel “Là ed allora” delle aspettative calcistiche che invece caratterizzano i maschietti.

Le bambine devono inserirsi in contesti in cui le dinamiche proprie del sesso opposto possono essere complesse e difficili, per cui è necessario che il mister si adoperi per creare condizioni utili a ricevere al meglio la determinazione, la passione, ma anche la carica emotiva che una bimba può portare in campo.

Ella infatti dovendo lottare contro i pregiudizi, trarrà vantaggio dal fatto che il mister prepari adeguatamente la squadra alla sua accoglienza spiegando ai ragazzi i motivi dell’integrazione e le risorse che questo tipo di opportunità potrà determinare, anche per loro, da un punto di vista sociale ed educativo.

Va da sé che tecnicamente è necessario trattare i bambini tutti allo stesso modo, indipendentemente dal sesso, pur rispettando le differenze di natura fisica. Particolare attenzione andrebbe poi posta al linguaggio, verso il quale una bambina ha tuttavia spesso esigenze diverse da quelle maschili (in cui le parolacce sono quasi all’ordine del giorno, più per abitudine che non per una reale funzione di creazione di una cultura di squadra, spesso utilizzata come scusa).

[box] Le giovani calciatrici cercano in sostanza le medesime opportunità dei ragazzi durante il gioco e certamente è importante che l’allenatore mostri una particolare sensibilità all’integrazione nelle norme, nelle regole ed usanze della squadra. Medesime possibilità non significa infatti non badare ai dettagli per rispetto della democrazia di gruppo, bensì implica la necessità di mantenere equilibrio nelle scelte, portando rispetto per il loro desiderio di partecipazione, vero “motore” della creatività di una bambina in campo.[/box]

Evidentemente anche la società deve adoperarsi adeguatamente a favorire, anche logisticamente, l’integrazione fornendo possibilità di spazi adeguati ( in primis lo spogliatoio).
Spesso una bambina rappresenta, infatti, un esempio di dedizione e di comportamento per tutta la squadra.

HOME

[author] [author_image timthumb=’on’]https://www.calcioscouting.com/wp-content/uploads/2012/08/fabio-ciuffini.jpg[/author_image] [author_info]Dr Fabio Ciuffini, Psicologo, Consulente Area Psicologia dello Sport[/author_info] [/author]

foto: flickr.com @USAG- Humphreys

Please follow and like us:
Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

BENVENUTI SU CALCIOSCOUTING

Seguici e Condividi!

Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.calcioscouting.com/2014/06/30/le-competenze-dellallenatore-laccoglienza-di-una-bambina-in-una-squadra-maschile">
Twitter
LINKEDIN

Analisi psicotecnica del Potenziale

Preparazione Mentale per Atleti

Mental Training per Calciatori

La nostra Pagina Facebook

Modulo di Contatto

Giugno: 2014
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Archivi

Partnership

Invalid slider id. Master Slider ID must be a valid number.