Calcio moderno e tifosi: Individualismo contro senso di appartenenza?

Calcio moderno e tifosi: Individualismo contro senso di appartenenza?

Sappiamo bene quanto nel calcio moderno sia predominante l’individualismo, ovvero la tendenza a massimizzare a livello personale il profitto derivante dall’attività agonistica svolta.

Non vi è dubbio che la grande facilità con cui è possibile il cambio di casacca, facilitata da una presenza dirompente della circolazione di calciatori stranieri e dai regolamenti attuali, renda molto difficile instaurare con le società (e con i tifosi che le seguono) rapporti identitari duraturi nel tempo, che vadano ad alimentare il cosiddetto “senso di appartenenza” dei calciatori alla squadra ed al territorio che essa rappresenta (o dovrebbe rappresentare).

Di fatto si tratta di uno scontro tra due diverse concezioni sociali: da un lato quella tipica della cultura individualista, per cui il gioco del calcio è di fatto sviluppato da professionisti (i calciatori) liberi di accasarsi dove meglio credono al miglior prezzo. Dall’altra, troviamo invece una cultura completamente interdipendente (i tifosi di calcio), basata in linea principale sull’appartenenza territoriale (salvo le rare eccezioni costituite da tifoserie “universali”, sparse ovunque e non legate dal territorio di elezione della società, quanto dai colori o da altri valori meno definiti).

Evidentemente, in società di calcio in cui la presenza di calciatori stranieri è preponderante, è chiaro che il concetto di “gruppo” e quello di “appartenenza” possono svilupparsi nei calciatori solo all’interno del “recinto” del gruppo costituito (la squadra) e penetrare difficilmente nel territorio di teorica rappresentanza (la città), salvo rarissime eccezioni rappresentate da calciatori che hanno deciso di fermarsi per anni nella stessa società.

Motivo per il quale si crea spesso un forte “attrito” tra le esigenze naturali dei tifosi e le logiche dei calciatori, legati sempre più alle opportunità offerte dal mercato (con giocatori in scadenza che, in caso di mancati rinnovi contrattuali, vengono ritenuti “traditori” rispetto ad un legame identitario comune che probabilmente non è mai esistito fino in fondo proprio in virtù dei diversi atteggiamenti posseduti).

Il nostro calcio, dal punto di vista dei tifosi, andrebbe socialmente nella naturale direzione della territorializzazione della squadra del cuore, che la renda espressione della crescita di settori giovanili fatti da ragazzi cresciuti, anche calcisticamente, sul posto ( o al massimo nei dintorni).

La realtà invece dice altro, al punto che anche i colori della maglie, ormai succubi delle sponsorizzazioni, diventano anche cromaticamente dei misteri, determinando che gli stessi tifosi stentino spesso a riconoscere quale sia la propria squadra.

La domanda tuttavia è lecita: È più bello e spettacolare un calcio individualistico basato sul mercato e sul marketing o un calcio legato al senso di appartenenza?

Difficile rispondere con assoluta certezza. Dipende dai punti di vista.

Tuttavia sappiamo che il fascino dello straniero ha indubbiamente perso di potere, ribaltando la realtà da sempre vissuta, in cui il giocatore proveniente dall’estero rappresentava quel tassello qualitatitivo in più in grado di fare la differenza dal punto di vista tecnico.

Il vero calciatore di effetto adesso è l’italiano che riesce ad esprimersi nella propria squadra, costituendo vera eccezione. Basti pensare allo stupore dettato da squadre come il Sassuolo, l’Empoli e l’Atalanta che hanno in organico un numero preponderante di calciatori nostrani.

Quello che è certo è che una squadra ed una società senza senso di identità e senza appartenenza territoriale difficilmente riesce nel tempo a mantenere solidi rapporti con la propria “gente”, perdendo forse un valore importante anche dal punto di vista motivazionale.

E tu cosa ne pensi?

HOME

 

Please follow and like us:
Previous Article
Next Article

2 Replies to “Calcio moderno e tifosi: Individualismo contro senso di appartenenza?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

BENVENUTI SU CALCIOSCOUTING

Seguici e Condividi!

Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.calcioscouting.com/2015/01/07/calcio-moderno-e-tifosi-individualismo-contro-senso-di-appartenenza">
Twitter
LINKEDIN

Analisi psicotecnica del Potenziale

Preparazione Mentale per Atleti

Mental Training per Calciatori

La nostra Pagina Facebook

Modulo di Contatto

Gennaio: 2015
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Archivi

Partnership

Invalid slider id. Master Slider ID must be a valid number.