Zaza: “La paura non c’entra col calcio”. Siamo sicuri?

Zaza: “La paura non c’entra col calcio”. Siamo sicuri?

Scorrendo le news di calcio, mi colpisce, come spesso accade, una dichiarazione. Sono infatti le parole degli atleti, il linguaggio, l’atteggiamento utilizzato a celare molte delle sfumature tipiche dello sport e soprattutto del modo con il quale viene vissuto.

“La paura è una sensazione che non c’entra col calcio, il calcio per me è solo divertimento”,

dice Zaza, attaccante della Juventus.

Non a caso il calcio, come altri sport di squadra, viene in effetti definito un “gioco”.
Tuttavia c’è un ma…

La paura è un sentimento che emerge negli atleti con grande frequenza ed in misura fortemente soggettiva: pensiamo ad un calcio di rigore decisivo, ad un calciatore che, approssimandosi alla palla, focalizza la propria attenzione sulle conseguenze negative di uno sbaglio dal dischetto. La tensione cresce e si accumula nelle gambe, nell’addome, nelle spalle…il fiato si accorcia, la sensazione inaccettabile ma sgradevole di voler fuggire ed essere altrove che aleggia e disturba il pensiero..

Foto: la stampa.it

Se l’errore è concepito come un pericolo, ed il pericolo è valutato in relazione alla gravità soggettiva delle conseguenze subite, esso genera paura.

Poi certo, la paura ha molte forme: paura di deludere compagni, allenatore e pubblico, o magari le proprie aspettative, paura degli insulti, paura di perdere.

La paura può far parte dello sport ed è una variabile che non deve essere scacciata o allontanata, bensì utilizzata per generare motivazione, attenzione, fiducia nei propri mezzi e convinzione. Laddove non c’è paura (in apparenza) c’è spesso sfrontatezza, variabile e fattore non sempre garante di successo, ma precursore talvolta dell’errore, di deconcentrazione e superficialità.

La paura è, di fatto, un segnale che va utilizzato, valorizzato e gestito, ad esempio grazie al ricorso a modalità di pensiero positive in grado di rielaborare funzionalmente dialoghi interni negativi, spesso associati a tensione, ansia e stress.

Certamente, come dice Zaza, il calcio è divertimento.
Ma non è detto che laddove ci sia divertimento non possa esserci spazio per la paura.

CalcioScouting.com

[author] [author_image timthumb=’on’]https://www.calcioscouting.com/wp-content/uploads/2012/08/fabio-ciuffini.jpg[/author_image] [author_info] Dr Fabio Ciuffini, Psicologo dello Sport. Per info ciuffinifabio@gmail.com oppure visitare il Sito Web personale[/author_info] [/author]

Please follow and like us:
error
Previous Article
Next Article

3 Replies to “Zaza: “La paura non c’entra col calcio”. Siamo sicuri?”

  1. Nicola Mazzeo

    Per quanto il calcio sia uno sport e la parola sport nel suo percorso etimologico conduca alla parola divertimento, credo che sia tutto tranne un divertimento.
    divertirsi vuol dire svagarsi, allontanare il pensiero dalle preoccupazioni quotidiane, sollevare l’animo dalle fatiche del lavoro. Quindi non essere costretti al sacrificio, alla concentrazione, all’impegno massimale del fisico e della mente.
    I ragazzi si divertono in un parco, alle giostre, con la wi, xbox, play-station, a giocare a pallone, non a giocare a calcio.
    Giocare a calcio è il mestiere più bello del mondo e quando un ragazzo quel mestiere lo sa fare bene, non si diverte ma genera il più alto e assoluto senso di piacevolezza per se e per gli altri.

    • CalcioScouting

      Senso di piacevolezza per se e per gli altri = divertirsi nel fare una cosa gradevole e far divertire gli altri…
      A mio modo di vedere parlare di “mestiere” è eccessivo quando si parla di giovani calciatori…;certo un ragazzo con “abilità e talenti” può avere l’ambizione (lecita e condivisibile) di arrivare a calcare scenari importanti ma ciò è una conseguenza diretta di una formazione per tappe dove, ad ogni step, sono introdotte difficoltà crescenti e ad hoc per l’espressione del talento. Il divertimento, in ogni attività sportiva, è condizione essenziale per maturare il talento…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

BENVENUTI SU CALCIOSCOUTING

Seguici e Condividi!

Follow by Email
Facebook
Twitter
LINKEDIN

Analisi psicotecnica del Potenziale

Preparazione Mentale per Atleti

Mental Training per Calciatori

La nostra Pagina Facebook

Modulo di Contatto

Luglio: 2015
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Archivi

Partnership

Invalid slider id. Master Slider ID must be a valid number.