“I Calciatori?: piccole aziende al servizio di multinazionali”

“I Calciatori?: piccole aziende al servizio di multinazionali”

La sensazione è che negli anni il calcio sia cambiato veramente molto, e velocemente. Nei principi, nelle regole, nell’identità.

Molto marketing, comunicazione, immagine e sempre meno senso di appartenenza.
interessante prospettiva quella di Giovanni Galli, attuale direttore generale della Lucchese, il quale, parlando di Milan e dell’accordo Berlusconi-Bee, si sofferma proprio sulla nostalgia per un calcio che non c’è più:

“Nostalgia? Ne ho per i calciatori.  Noi eravamo gruppi e facevamo parte di un’azienda. Oggi ci sono varie aziende al servizio di una multinazionale, ogni giocatore ha il suo manager, il suo addetto stampa, il suo fisioterapista, il curatore di immagine. Una volta le società erano a conduzione familiare, penso ai Rozzi, agli Anconetani, ma anche ai Moratti e ai Berlusconi. Era una sfida di culture: il calcio tedesco contro quello spagnolo, o francese. Ma non c’è più quel calcio. Il mondo cambia” (repubblica.it).

CalcioScouting.com

Please follow and like us:
error
Previous Article
Next Article

One Reply to ““I Calciatori?: piccole aziende al servizio di multinazionali””

  1. Anna Antonucci

    Sono d’accordo con Galli. Adesso non si muovono i calciatori ma l’ “entourage”. Le cattive prestazioni sul campo possono derivare anche dalle troppe persone che sono dietro ogni giocatore…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

BENVENUTI SU CALCIOSCOUTING

Seguici e Condividi!

Follow by Email
Facebook
Google+
Twitter
LINKEDIN

Analisi psicotecnica del Potenziale

Preparazione Mentale per Atleti

Mental Training per Calciatori

La nostra Pagina Facebook

Modulo di Contatto

Agosto: 2015
L M M G V S D
« Lug   Set »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Archivi

Partnership

Invalid slider id. Master Slider ID must be a valid number.