MEDIA, COMUNICAZIONE E VALORIZZAZIONE DEL TALENTO: IL CASO ICARDI ED IL MANAGEMENT DI SE STESSI

management1

Il caso Icardi di questi giorni, ripropone in modo molto chiaro l’importanza di un approccio formativo a favore del calciatore anche in tema di gestione dei media e della comunicazione verso l’esterno (in primis la società, i tifosi, la stampa, gli sponsor etc..).

Partiamo da un presupposto: Icardi è Capitano dell’Inter.
Situazione che lo pone in un ruolo di responsabilità evidente non solo sul piano della rappresentanza e leadership nel gruppo, ma anche nel rapporto con i supporters neroazzurri.
Secondo aspetto saliente: l’età del ragazzo, appena 23enne.

Se mettiamo insieme questi due fattori, comprendiamo bene come la pressione mediatica sull’atleta sia in qualche modo scontata ed ovvia, anche in virtù di un talento tecnico sportivo che lo ha portato ad essere uno dei più importanti attaccanti della nostra serie A.
Un calciatore giovane e forte che tuttavia balza frequentemente agli onori della cronaca sportiva non soltanto per le doti tecniche ma anche per questioni di vita privata che lo pongono in situazione di ulteriore esposizione.

[feature_box style=”1″ only_advanced=”There%20are%20no%20title%20options%20for%20the%20choosen%20style” alignment=”center”]
La pressione mediatica, come più volte richiamato anche nel nostro sito, pone un’esigenza evidente al calciatore professionista che, caso Icardi a parte (nel quale non entriamo nel merito stretto) si trova spesso a dover far fronte alle conseguenze vistose di cattive gestioni di se stesso sui social network o nei rapporti con la stampa. La quale ha trovato in Twitter, Instagram o Facebook fonte inesauribile di risorse, di notizie e soprattutto di gossip. [/feature_box]

La gestione della componente mediatica del calciatore rappresenta pertanto un aspetto importante da formare in quanto l’atleta professionista che cresce di livello e notorietà, deve fare i conti con potenziali minacce provenienti da comunicazioni superficiali che possono ledere non solo la propria immagine ma anche quella della comunità sportiva che rappresenta, determinando danni a se stesso ed al brand sportivo e societario.

Se prendiamo in considerazione il fatto che atleti già molto giovani siano potenzialmente in grado di raggiungere, anche in modo improvviso, fama di ampio respiro, pare chiaro come la formazione e la valorizzazione del giovane passi anche attraverso interventi mirati che debbano essere ben calibrati anche sul piano del tempismo.

[feature_box style=”1″ only_advanced=”There%20are%20no%20title%20options%20for%20the%20choosen%20style” alignment=”center”]
Un giovane calciatore che si affaccia al professionismo dovrebbe pertanto essere stimolato dalla società stessa, ma anche dalla propria famiglia, ad acquisire adeguate competenze non solo sul piano prettamente sportivo ed agonistico, ma anche su quello psicologico-comportamentale e comunicativo.[/feature_box]

Elementi che, se ben intergrati, costituiscono la base per un miglior management di se stesso e delle situazioni che emergono inevitabilmente dallo “status” di calciatore professionista.

HOME


Dott. Fabio Ciuffini

Psicologo dello Sport
Sito Web Personale

logo-nuovo-psicologosport

LEGGI ANCHE
“Ecco cosa insegna il caso Icardi ai giovani professionisti”

Please follow and like us:
Previous Article
Next Article

One Reply to “MEDIA, COMUNICAZIONE E VALORIZZAZIONE DEL TALENTO: IL CASO ICARDI ED IL MANAGEMENT DI SE STESSI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

BENVENUTI SU CALCIOSCOUTING

Seguici e Condividi!

Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.calcioscouting.com/2016/10/20/media-comunicazione-e-valorizzazione-del-talento">
Twitter
LINKEDIN

Analisi psicotecnica del Potenziale

Preparazione Mentale per Atleti

Mental Training per Calciatori

La nostra Pagina Facebook

Modulo di Contatto

Ottobre: 2016
L M M G V S D
« Set   Nov »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Archivi

Partnership

Invalid slider id. Master Slider ID must be a valid number.