Che cos’è il Talento?

Che cos’è il Talento?

“Il talento è una fonte da cui sgorga acqua sempre nuova. Ma questa fonte perde ogni valore se non se ne fa il giusto uso”. Ludwig Wittgenstein

Nell’antichità Talento significava peso e somma di denaro. Ovvero una ricchezza che acquisiva importanza solo dopo essere stata adeguatamente valorizzata.
Un talento era tale perché valeva venti chili di argento.

Il Talento è innanzitutto la capacità di riconoscere le proprie qualità tecniche potenziandole, e facendole maturare parallelamente allo sviluppo psicofisico. È, in definitiva, elemento funzionale alla maturazione complessiva della persona.

Il Talento non è, infatti, semplicemente una dote speciale che, se ben allenata, può esplodere da un momento all’altro generando un campione, ma molto di più.

Talento significa infatti personalità in via di definizione e maturazione, rispetto per il proprio corpo e per gli altri, conoscenza delle proprie abilità fisiche e delle proprie risorse mentali, qualità ma anche quantità, costanza, impegno, sacrificio. Il Talento è desiderio di apprendere, necessità di potenziamento, possibilità di far perno sulle capacità più spiccate al fine di stimolare le aree meno dotate, potenziando con equilibrio la persona nella sua globalità.

Il Talento va identificato, attratto, trattenuto ed attivato.

Un ragazzo può dunque avere minor talento tecnico, ma  grande capacità di leadership e di comunicazione col gruppo, minore qualità nel dribbling o reattività in porta, ma mostrare grande disinvoltura nella lettura del “momento psicologico” di una gara, incoraggiando il compagno giusto nell’attimo giusto, o guidando la difesa con sicurezza e abilità.

Il calcio è la risultante di una complessa integrazione di talenti diversi (tecnici, tattici, relazionali, comunicativi, attentivi, strategici) dalla cui complementarietà nasce il seme della crescita sportiva ma anche morale e personale di una squadra.

Il motto di CalcioScouting è:

Valorizzare il Giovane per Valorizzare il Calciatore.

Solo la valorizzazione del ragazzo consente al talento (qualunque sia la forma e la sostanza con cui si manifesta) di ESPRIMERSI e CRESCERE NEL TEMPO!

HOME

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. 10 febbraio 2017

    […] a “identificare” un “potenziale” calciatore e un possibile talento. In concreto si parla […]

  2. 8 aprile 2017

    […] “formula certa”, né tantomeno scientifica (sarebbe troppo facile) per identificare il talento. Piuttosto è utile, per chi vuole approcciarsi a questo lavoro, approfondire la materia […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *