Come Lavoriamo sul calciatore: L’esperienza dell’allenatore come garanzia di osservazione predittiva

calcioscouting

COME LAVORIAMO: L’esperienza dell’allenatore come garanzia di  osservazione predittiva nel monitoraggio del calciatore

Lo scouting è un’attività complessa e affascinante, nella quale convergono numerose sensibilità e competenze che, seguendo i nostri principi dello ©scouting integrato, consentono di fornire un quadro esaustivo e completo delle qualità soggettive del singolo calciatore.

La base della metodologia di intervento di CalcioScouting prevede che il Talent Scout non solo abbia una certa  capacità attentiva ed analitica (tipica di chi deve osservare), ma anche e soprattutto una competenza calcistica che sia frutto di effettiva esperienza di campo maturata nel tempo a stretto contatto con i ragazzi, a garanzia della capacità di interpretare e non solo di riportare ciò che viene rilevato in partita.

Fattore che l’esperienza di allenatore (parallelamente a quella di osservatore calcistico)  garantisce in modo evidente.

Non ci limitiamo pertanto a selezionare e riportare il “cosa fa il calciatore” ma anche il “perché lo fa”.

La nostra osservazione ed attività (in primis quella dedicata alla famiglia del calciatore) integra pertanto la possibilità di inserire nella Relazione Tecnica indicazioni sia descrittive (come nella gran parte dei report tecniche stilate dai talent scout) che  operative,  inerenti cioè le modalità di sviluppo ed allenamento delle qualità e risorse individuali del singolo atleta in relazione a:

  • Aspetto Tecnico Globale in Contesto di Gioco
  • Comportamento tattico e tempi di gioco
  • Elementi antropometrici, condizionali

Competenza, conoscenza ed attenzione al dettaglio, favoriscono la restituzione di ©Relazioni Tecniche Integrate che, completate dall’apporto professionale dello Psicologo dello Sport , favoriscono riscontri di assoluta affidabilità alla famiglia, al dirigente o all’agente interessato a questo innovativo metodo di ricerca e selezione del giovane calciatore che CalcioScouting ha presentato per primo nel panorama italiano suscitando curiosità ed una certa tendenza “emulativa”.

Logo_CalcioScouting_h2

La Relazione è quindi frutto di una serie di attività convergenti sul piano tecnico e tattico:

  1. Osservazione diretta e ripetuta sul campo
  2. Osservazione replicata tramite video (la gara viene nuovamente analizzata evidenziando ulteriori aspetti che possono sfuggire nell’osservazione “live”)
  3. Interpretazione dei significati del gesto tecnico e del comportamento tattico rilevato
  4. Confronto con lo Psicologo dello Sport e con la sua analisi comportamentale (anch’essa redatta in forma scritta)
  5. Indicazioni operative e pratiche di campo sulle metodologie di lavoro ed allenamento utili a potenziare o attivare il talento e le attitudini individuali

Massima cura e attenta dedizione per l’analisi dettagliata della prestazione del calciatore vanno così a rafforzare la qualità del lavoro proposto e restituito al committente (famiglia, agente, società) che, pertanto, non otterrà solo fotografie sommarie limitate a singole osservazioni ma orientamenti funzionali all’attivazione, stimolazione del talento calcistico, supportata dall’analisi del dettaglio effettuata dall’allenatore-osservatore.

L’occhio del “Mister”, associato a quello “dell’osservatore” rappresenta insomma fattore di vantaggio che rende lo ©Scouting integrato processo affidabile e competente.

Non è importante solo riportare ciò che si vede,
ma anche e soprattutto dare un senso pratico ed operativo a ciò che si osserva,
puntando diretti alla 

VALORIZZAZIONE DEL GIOVANE CALCIATORE

CHI SIAMO

HOME

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *